top of page
foto lunga 3.jpg

Luke Hsu, violino

Alessandra Doninelli, violoncello

Riccardo Gagliardi, pianoforte

BIOGRAFIA

Chiamato in onore del leggendario pianista Arturo Benedetti Michelangeli, il Trio Michelangeli crede nel portare l'eccellenza artistica del passato nel XXI secolo. Sostenendo il repertorio del canone tradizionale, il trio è anche un sostenitore della musica contemporanea e crede fermamente nella rilevanza della musica da camera nella società di oggi. Dal periodo di Haydn a quello di Carter, il trio attribuisce importanza alla cura meticolosa di ogni performance, abbracciando con tutto il cuore l'apertura musicale, la curiosità e l'eccellenza. Conosciuti per le loro performance acclamate dalla critica, il critico Mario Felix Vogt (del Der Tagesspiegel) ha descritto il Trio Michelangeli come "straordinario", con "un lungo futuro davanti a loro".

Fondato a Monaco nel marzo 2022, il trio ha rapidamente ottenuto il plauso internazionale vincendo il Terzo Premio al prestigioso 11° Concorso Internazionale di Musica da Camera di Osaka e il Primo Premio al Concorso Internazionale di Musica da Camera Rospigliosi del 2022. Attualmente, il trio è ensemble in residenza alla Reina Sofia di Madrid, lavorando a stretto contatto con Günter Pichler. Il Trio Michelangeli mantiene un fitto calendario internazionale di concerti, inclusi futuri concerti e tour in Germania, Svizzera, Italia e negli Stati Uniti.

I suoi membri, Luke Hsu (violino), Alessandra Doninelli (violoncello) e Riccardo Gagliardi (pianoforte), provengono da sfondi diversi, ma hanno rapidamente scoperto l'amore per la musica da camera e l'impegno nel repertorio del trio con pianoforte. Il loro insieme ha suscitato reazioni entusiastiche dal pubblico e la nuova formazione del Trio Michelangeli è stata presentata sia sullo Strad che sul Violin Channel. Pur intraprendendo separatamente i propri percorsi individuali, i membri del trio pongono la musica da camera al centro delle loro carriere, impegnandosi appassionatamente per il più alto standard musicale.

Luke Hsu, violino

Nato a Shanghai, cresciuto a Houston e attualmente residente a Berlino, il violinista e compositore americano Luke Hsu (ARAM) ha una filosofia artistica che evita i confini. Credendo nel potere dell'arte di superare i limiti dell'esperienza vissuta, attinge alle sue passioni per la storia, la cultura e la musica popolare nel plasmare le sue interpretazioni, e sostiene la musica contemporanea con lo stesso entusiasmo di quella del passato. Le sue composizioni, come le sue esibizioni, sono una testimonianza delle sue diverse influenze artistiche.

Luke mantiene un fitto programma di esibizioni come solista e musicista da camera. Si è esibito come solista alla Wigmore Hall, al Castello di Windsor, al Kennedy Center, all'Herkulessaal, alla Philharmonie di Berlino, al BOZAR e in molti altri luoghi. Ha suonato come solista con numerose orchestre di fama, più di recente con la Sinfonieorchester Basel, la Sudeten Philharmonic, il Belgian National Orchestra e la Royal Chamber Orchestra of Wallonia, lavorando a stretto contatto con eminenti direttori come Leonard Slatkin, Pascal Verrot, Nikolaj Znaider, Hugh Wolff, Cristian Macelaru e Jean-Jacques Kantarow. Ha suonato anche per la nobiltà in tutto il mondo, incluso Sua Altezza Reale il Duca di Edimburgo Principe Edward e Sua Maestà la Regina Mathilde del Belgio.

Oltre alle sue esibizioni come solista, Luke è un devoto e appassionato musicista da camera. Attualmente membro del Trio Michelangeli, ha collaborato con luminari come Itamar Golan, Cho-Liang Lin, Gil Shaham, Marc-Andre Hamelin, Peter Frankl e Colin Carr. Le sue apparizioni nei festival includono Verbier, La Jolla SummerFest, Wieniawski, Music@Menlo e Yellow Barn. Luke è regolarmente invitato anche al Prussia Cove Open Chamber Music.

Laureato al Concorso Queen Elisabeth, Luke ha vinto premi in molti dei più prestigiosi concorsi violinistici al mondo. Ha vinto la Medaglia di Bronzo, il Premio Bach e il Premio Sonata di Mozart al 10° Concorso Internazionale di Violino Quadriennale di Indianapolis e il 1° premio al Concorso ISANGYUN. Luke è stato costantemente lodato per le sue interpretazioni di Mozart, ricevendo un altro premio speciale per esse al Concorso Wieniawski. I suoi altri premi principali provengono dai concorsi Nielsen, Wieniawski, Michael Hill e Paganini.

Come insegnante, Luke tiene frequenti masterclass alla Royal Academy of Music di Londra. È stato recentemente selezionato come Associato della Royal Academy of Music per il suo significativo contributo alla professione musicale. Al momento suona un raro violino realizzato da Francesco Gobetti, intorno al 1710.

Alessandra Doninelli, violoncello

La giovane violoncellista elvetica ha ottenuto riconoscimento internazionale con il suo debutto alla Berliner Philharmonie dando la premiere del concerto per violoncello e orchestra di Daniel Pacitti. La sua personalità radiosa e la sua espressiva musicalità hanno portato Alessandra sui palchi delle più importanti sale al mondo, tra cui la Tokyo Opera City, la Tonhalle di Zurigo, la Minato Mirai Hall di Yokohama, il  Palazzo Federale a Berna, il Palau de la Musica Catalana di Barcellona e l'Auditorio Nacional de Musica di Madrid.

 Alessandra è apparsa recentemente come solista con l'"Orchestra della Svizzera Italiana", la "Basel Sinfonieorchester", la "Stuttgarter Kammerorchester", la "Camerata dei Castelli" e la "Eurasian Soloists Chamber Orchestra" sotto la guida di Andrey Boreyko, Kevin Griffiths, Andreas Laake e Francois Benda.

 "La musica è in grado di muovere le montagne, e quando possiamo condividerla, l'intero pianeta si ritrova in un'altra galassia". Con queste parole, Alessandra esprime il potere che la musica da camera ha per lei. Nell’ambito cameristico ha lavorato sotto la guida di maestri come Günter Pichler (Quartetto Alban Berg), Oliver Wille, Rainer Schmidt (Quartetto Hagen), Heime Müller (Quartetto Artemis), Heinz Holliger e ha vinto il premio per il "miglior gruppo di musica da camera con pianoforte" dell'anno accademico 2020-2021 alla Escuela Superior de Musica Reina Sofia consegnatole dalla Regina di Spagna.

 Alessandra si è esibita in vari festival tra cui "Herbst in der Helferei", "Pablo Casals Festival", "Monighetti&Friends", "Musik Miteinander" alla Kronberg Academy, "Musique à Flaine", "Eggenfelden Klassisch" e "Ceresio Estate" dove ha collaborato con musicisti rinomati come Vilde Frang, Yura Lee, Fabio di Casola e Calogero Palermo.

 LA BBC Radio3 ha trasmesso più volte la registrazione live del suo concerto di Saint-Saens con l'Orchestra della Svizzera Italiana. Alessandra ha creato un rapporto duraturo con la Radiotelevisione della Svizzera Italiana (RSI) per la quale ha tenuto un recital in diretta con il pianista Dominic Chamot,  è apparsa nel programma televisivo "Paganini" e nel documentario "Archi nel Sol Levante". Per la RSI Alessandra ha inoltre registrato il trio con pianoforte della compositrice olandese Elisabeth Kuyper, dimostrando la sua passione per la scoperta di compositori poco conosciuti e il suo obiettivo di portare alla luce la loro musica.

 Alessandra ha studiato con Ivan Monighetti e Sol Gabetta alla Hochschule für Musik di Basilea e successivamente alla "Escuela Superior de Musica Reina Sofia" di Madrid. Ha inoltre fatto parte della classe 2019 della Pavia Cello Academy con Enrico Dindo e attualmente studia con Wen Sinn Yang alla "Hochschule für Musik und Theater" di Monaco.

Riccardo Gagliardi, pianoforte

Nasce da genitori entrambi pianisti nel 1997. Inizia lo studio del pianoforte privatamente con il padre, docente al conservatorio di Perugia, sostenendo il pre-accademico all’istituto di studi musicali superiori Rinaldo Franci di Siena, e con il M. Piernarciso Masi. Nel 2016 si trasferisce a Monaco di Baviera per studiare all’Hochschule fur Musik und Theater sotto la guida della professoressa Margarita Höhenrieder-Dornier, docente con la quale si laurea nel 2020 e conclude il master ad indirizzo concertistico nel 2022 con il massimo dei voti. Attualmente si sta ulteriormente perfezionando frequentando il master di musica da camera sotto la guida della prof.ssa Silke Avenhaus alla Hochschule di Monaco e seguendo il corso triennale di direzione d’orchestra all’accademia internazionale “Incontri col Maestro” ad Imola sotto la guida del M. Marco Boni. Dal 2021 è diventato assistente principale del M. Höhenrieder a Monaco. Si è perfezionato con maestri di fama internazionale tra cui: M. Andras Schiff; M. Riccardo Risaliti; M. Ingo Dannhorn; M. Johann Schmidt; M. Piernarciso Masi; ecc. La sua formazione concertistica lo ha portato ad esibirsi nella scena musicale europea per numerosi festival e stagioni in Italia, Olanda, Spagna, Francia, Germania, Svizzera e Romania sia come solista, in gruppo cameristico o con orchestre del panorama internazionale, tra cui: orchestra di Aquisgrana, orchestra filarmonica di Bacau “Mihail Jora”, orchestra “Estrorchestra” di Livorno, orchestra da camera di Gubbio, ecc.

Riccardo Gagliardi è vincitore di numerosi premi nazionali ed internazionali, tra cui: primo premio assoluto al concorso internazionale Lagny-Sur-Marne (Parigi, categoria "Jeune"), quattro premi in tre edizioni (4 °, 2 °, 1° premio e premio speciale per la migliore esecuzione di una sonata classica) al concorso internazionale "San Donà  di Piave", terzo Premio al concorso internazionale “Harald Genzmer” di Monaco,  primo premio e primo premio assoluto al concorso nazionale "Città di Piove di Sacco", secondo premio al concorso internazionale "Premio Sergio Cafaro" di Roma, nonchè il 2° premio al "MozARTe International Piano Competition" di  Aquisgrana, terzo premio all'"Orbetello International Piano Competition", terzo premio al concorso internazionale "Delia Steinberg" di Madrid, secondo premio al concorso internazionale "Maria Giubilei", primo premio assoluto al concorso nazionale "Città di Riccione", secondo premio al concorso internazionale "Premio Sergio Cafaro" di Roma, premio speciale della giuria al "Youth of  Music International Competition" a Bucarest, primo premio assoluto al "Massarosa International Piano Competition", primo premio assoluto al "Amigdala International Piano Competition", primo premio al “Franz Liszt Center Competition” di Budapest, recentemente 3 premi (primo assoluto di categoria, primo assoluto di tutto il concorso, premio speciale per la migliore esecuzione di sonata classica) al concorso internazionale “Città di Minerbio” settembre 2022, primo premio al 31° Roma International Piano Competition – sezione pianisti emergenti, novembre 2022.

bottom of page